Ecco una serie di domande sulla SEO che spesso i clienti mi rivolgono. Spero che possano essere utili anche a te

Quanto tempo ci vuole per vedere dei risultati?

A questa domanda non esiste una risposta certa perché i fattori in gioco sono moltissimi. Parlando molto in generale, ci si può aspettare di raccogliere i primi frutti dopo 4-6 mesi di lavoro, ma ricorda che questo è un tempo che può variare in maniera significativa dipendentemente, per esempio, da quanto è competitivo il tuo settore o dalle risorse che puoi impiegare per il progetto. Comunque, senza dubbio, ogni sito fa storia a sé

I risultati sono garantiti?

Sicuramente una questione spinosa e in breve la risposta è no, più che altro per come funzionano i motori di ricerca. Il “problema” dei motori di ricerca è che nessuno ha il controllo su che cosa compare e in quale ordine; ciò implica il fatto che, perlomeno da un punto di vista etico, per me non è possibile garantire la riuscita di una cosa su cui non ho il pieno controllo.

Considera inoltre che i risultati dei motori di ricerca cambiano in continuazione e a seconda di una miriade di fattori su cui non è possibile avere il controllo (ad esempio il luogo da cui cercano gli utenti).

Quello che ti posso garantire, però, è che insieme faremo un lavoro tale per cui aumenteremo il più possibile le chance di avere un ottimo posizionamento; questo sì, rientra sotto il nostro pieno controllo

Quanto costa?

Dipende da quello che è necessario fare, dal tempo richiesto e dalle risorse che hai già a disposizione. Ogni progetto è una storia a sé e di conseguenza anche il costo necessario è variabile

Come funziona la collaborazione?

Anche in questo caso, dipende da quello che io e te riteniamo sia da fare. In generale, di solito si fa un primo colloquio per così dire “conoscitivo” per capire quali sono le necessità, fissare le aspettative e i punti di partenza; dopodiché ti invio il preventivo e, una volta accettato, inizia il lavoro.

A seconda poi di com’è strutturata la tua azienda o, nel caso tu gestisca da solo il sito, il tuo modus operandi, valutiamo come meglio integrare le nostre reciproche competenze e, se necessario, aggiungerne altre.

Io tendo molto a “responsabilizzare” le persone con cui lavoro e non intendo la SEO come un servizio che tu paghi e che io gestisco in toto. Certo, io in quanto consulente sono tenuto a guidarti e a fare le necessarie modifiche, ma SEO significa anche comunicazione ai tuoi potenziali clienti, il che implica che sia tu a dover “parlare” con loro tramite il sito.

Il messaggio, ciò che traspare dalle pagine del sito, servizi, prodotti, articoli e così via saranno sotto la tua diretta responsabilità (in fondo è il tuo sito), ma creati e organizzati con il mio supporto.

Per me questo è fondamentale perché voglio che la collaborazione risulti anche in competenze che tu acquisirai e potrai liberamente usare, come quando e quanto vorrai anche una volta terminato il lavoro insieme.

Quindi cosa devo fare io?

Come sempre, dipende 🙂 . Ottimizzare un sito vuol dire muoversi tra i mille ingranaggi che lo compongono quindi di caso in caso valuteremo che cosa farò io e che cosa farai tu…ad ogni modo, non ti preoccupare, nulla di tecnico

Come faccio a fidarmi di te?

Puoi leggere i testimonial che ti garantisco sono tutti reali. Puoi verificare il mio profilo su Upwork dove ci sono decine di utenti che hanno lasciato il loro feedback. A questa pagina, inoltre, Google suggerisce alcune domande da rivolgere al consulente SEO che vorresti assumere; puoi rivolgere a me queste domande e se le mie risposte ti soddisferanno allora potremo lavorare insieme.

Secondo me però devi anche valutare “a pelle”; è una cosa che faccio anche io: non accetto di lavorare su tutti i progetti, ma solo su quelli che ritengo possano avere il potenziale per funzionare, anche proprio in virtù della stretta collaborazione con il cliente. Se parlando con me ti rendessi conto che io non sono la persona giusta, nessun problema, amici come prima; se invece vedessimo che ci sono le condizioni per lavorare insieme, beh meglio così 🙂

Un’ultima nota: prima di iniziare il lavoro, firmiamo entrambi un contratto di fornitura in cui sono chiaramente espressi i nostri diritti e doveri, ad ulteriore garanzia della serietà del mio lavoro

Hai altre domande?

Contattami